lessmore

Giorgio Caporaso crea EcoDesign Collection per Lessmore

Firenze
Fortezza da Basso
17-19 maggio

Non semplici arredi, ma espressione di una vera e propria filosofia rispettosa dell’ambiente e attenta alle esigenze di una vita sempre più mobile e mutevole. Una filosofia che si traduce in azioni concrete. Tutti gli arredi e i complementi della linea Ecodesign Collection di Lessmore sono ispirati al design modulare e componibile, e per elementi ispirandosi anche ad una possibilità comune della contaminazione/separazione e disassemblabilità.
Diversi materiali, primo fra tutti il cartone, ma anche il legno e il metacrilato, vengono combinati tra loro per dare vita a prodotti resistenti, capaci di durare nel tempo. Non solo. I materiali impiegati sono spesso già riciclati, o certificati FSC, come nel caso del legno. Ma ad essere ecosostenibile è anche il modo in cui si è scelto di utilizzarli. La maggior parte degli elementi sono combinati tra loro ad incastro oppure avvitati o incollati per monomateriale.
In questo modo possono essere successivamente scomposti, disassemblati e riciclati.

Giorgio Caporaso, EcoDesign Collection di Lessmore, una collezione di prodotti accomunati da un design sostenibile, di particolare eleganza e con linee e forme distintive, una funzionalità semplice ma ricercata, con un’ etica attenta all’ambiente e al futuro. La possibilità di utilizzare diverse finiture, poterle personalizzare e modificare nel tempo. Non subire l’invecchiamento del trascorrere delle mode, grazie alla possibilità di modificarne le finiture e i colori. Favorire la modularità, così da rendere uno stesso pezzo di arredo unico in spazi e allestimenti sempre diversi. La disassemblabilità, a fine vita del prodotto, per poterlo portare allo smaltimento differenziato o al riciclo. Tutto con glamour, elaborando forme ricercate ma funzionali. Una concreta ricerca rivolta alla sostenibilità ambientale, anche per esplorare un nuovo modo di arredare spazi abitativi e lavoro, hotel, bar, pub, allestimenti fieristici negozi e vetrine in grado di soddisfare esigenze sempre più fluide, modificabili e trasformabili, nel vivere gli spazi sia privati che pubblici.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*